18/02/10

Fabrizio Moro: domani esce l’album “Ancora Barabba”

Fabrizio Moro si esibisce nella serata di domani venerdì 19 febbraio al Festival di Sanremo con il brano “Non è una canzone”. È la terza partecipazione di Fabrizio al Festival dopo la vittoria fra i giovani con “Pensa” (2007) e dopo il terzo posto con “Eppure mi hai cambiato la vita” (2008).Nella serata dei duetti di domani Fabrizio salirà sul palco dell’Ariston con Jarabedepalo, mentre dirigerà l’orchestra il Maestro Marco Falagiani.Sempre domani venerdì 19 febbraio uscirà “Ancora Barabba”,(Atlantic/Warner Music) il progetto discografico che contiene 7 brani inediti e i brani del precedente cd “Barabba” uscito nello scorso giugno.
Il singolo “Non è una canzone” è la traccia che rappresenta meglio l'intero nuovo cd “Ancora Barabba”. «È una protesta costruttiva con uno sguardo al futuro intriso di ottimismo. È un inno alla libertà. È la volontà di riprendere il controllo della nostra vita, sempre più vincolata e corrotta dagli stereotipi imposti dalla società».
Tutte le canzoni di “Ancora Barabba” sono accomunate tra loro dal collegamento di tre fattori importanti: Cuore, Coscienza e Cervello, il filo comune di tutte le canzoni è l’amore che salva dal disagio sociale.



La poliedrica personalità musicale di Fabrizio Moro si conferma nelle molteplici sonorità delle nuove composizioni dell'album “Ancora Barabba”. Partendo proprio dal singolo “Non è una canzone” che porta in gara al Festival di Sanremo: «Lo spartito ha un incedere fra reggae e rock con un finale sorprendente che vira nel grunge.

L'arrangiamento più duro è quello di “Desiderare” («Rock quasi heavy per il lanciare un messaggio di speranza e ottimismo»); mentre atmosfere Anni '70 si rincorrono nell'impronta dance di “Non gradisco” e negli archi su loop elettronici di “Ottobre”. Oltre alla novità assoluta (per Fabrizio Moro) dei fiati, in “Sei andata via” ci sono echi di Manu Chao e percussioni latine. Più complessa la costruzione sonora di “Un pezzettino” in cui la spina dorsale è un giro di chitarra acustica tipico delle canzoni di Fabrizio De Andrè, che Fabrizio ho scoperto da poco ma che è diventato un'importante fonte d'ispirazione. Su questa progressione di accordi, ha inserito loop e bassi dance, più una chitarra grunge nell'inciso.

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll