23/02/10

GINO VANNELLI LIVE IN ROME


Un doppio live per celebrare l’uscita del libro e del “Best of”

Caccia ai biglietti per i concerti del 6 e 7 marzo al The Place

Il popolare artista canadese Gino Vannelli si esibirà al The Place di Roma in due speciali concerti previsti per sabato 6 e domenica 7 Marzo 2010.
Il live proporrà tutti i brani più importanti della sua carriera e sarà anche un’occasione per presentare al pubblico il primo e unico libro di racconti autobiografici scritto da Vannelli, intitolato “Stardust In The Sand” e pubblicato in esclusiva dall’etichetta veronese Azzurra Music insieme ad un cd raccolta dei suoi più popolari successi. In scaletta ci saranno dunque tutte le canzoni più amate, da “People Gotta Move” a “Wild Horses”, da “I Just Wanna Stop” alla struggente “Living Inside Myself”.
L’artista sarà accompagnato da Mario Rosini al pianoforte, da Riccardo Fioravanti al contrabbasso e dal quartetto Archimia (composto da Serafino Tedesi e Paolo Costanzo al violino, Matteo Del Soldà alla viola e Andrea Anzalone al violoncello). Tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://www.theplace.it/  o chiamando il numero 06/68307137.


LA BIOGRAFIA

Gino Vannelli, di origini italiane e precisamente molisane, nasce a Montreal in Canada il 16/6/1952. Figlio di un cantante jazz si appassiona presto al genere e studia percussioni, coltiva un forte interesse per la musica classica e nel 1969, a 17 anni, incide il suo primo disco con il nome Van Elli dal titolo “Gina Bold”. Da Montreal decide di trasefrisrsi a New York e poi a Los Angeles, con enormi difficoltà e sul punto di abbandonare la sua carriera artistica viene scoperto da Herb Alpert il quale produce i suoi primi album. Da qui l'ascesa.
Negli anni 70 raggiunge livelli elevati di indiscusso successo, in quanto il suo genere musicale si propaga attraverso l'emozione che provoca all'ascolto. Questo genere, considerato come l'antitesi delle logiche di mercato di quegli anni, ha edificato la fama dell'artista.
Brani come “People gotta move”, “Crazy Life”, “Powerful People”, "Where Am I Going" rappresentano un’autentica sfida al mercato contemporaneo, creando il primo esempio di pop rock fusion: l’influenza fusion si interseca alla fruibilità pop generando quello che ancora oggi è da considerare un caposaldo della musica pop-rock e di chi vuole avvicinarsi al mondo jazz attraverso sonorità di più immediato ascolto.
La fama di questo grande artista, generalmente sottovalutata qui in Italia, è decisamente grandiosa e Vannelli risulta ancor oggi essere un’icona soprattutto tra musicisti ed addetti ai lavori.

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll