15/02/10

Una " ROSA " contro la violenza : Il nuovo attesissimo singolo di Giuseppe Cucè


TRP Music presenta “Rosa”, il nuovo CD singolo
di Giuseppe Cucè, giovane cantautore catanese e
rivelazione della scena musicale italiana, che uscirà
a febbraio 2010.
Noto al grande pubblico per aver pubblicato l’album
“La mela e il serpente”, Giuseppe Cucè si
presenta ora nella veste di “contestatore”.
“Rosa” è un brano di forte impatto emotivo, che
già dalle prime note esprime una dichiarata
connotazione retrò mista alle molteplici sonorità
mediterranee tipiche della musica di Giuseppe
Cucè.
“Rosa” è una canzone che trae ispirazione dai
grandi cantautori italiani degli anni ‘60 (Luigi
Tenco, Fabrizio De Andrè, Domenico
Modugno) e dall’esperienza dei concerti dal vivo, punto forte del lavoro di Giuseppe
Cucè, che dal 2009 lo hanno visto sul palco dei migliori teatri parigini.
Dopo aver presentato il brano nella categoria Nuova Generazione del 60° Festival di
Sanremo 2010, con un numero impressionante di visite sul sito della Rai e apprezzato dal
pubblico della rete, il cantautore è riuscito ad accedere alle audizioni finali sbaragliando gli
altri 70 concorrenti. Oggi si annuncia finalmente l’uscita del singolo “Rosa”, sia su supporto
CD sia in digitale.
E nell’attesa del nuovo video, a partire da gennaio e per poche settimane, su Youtube si
potrà vedere in esclusiva il video MONTAGE di “Rosa” contro la violenza sulle donne.
Montato da Christian Sapere, film maker della New Generation, il video riprende tutti gli
spot contro la violenza sulle donne, dove lo spirito e l’essenza della canzone si esprimono al
massimo.



Giuseppe Cuce? nasce a Catania l'8
settembre 1972. Fin dall’adolescenza
mostra una grande sensibilità verso l’arte,
che inizialmente esprime fissando i suoi
pensieri sulla tela. Dopo qualche anno
abbandona la pittura e grazie anche alla
figura del padre, ex musicista e cantante,
scopre un modo più consono per esprimersi
attraverso il canto, la danza e la
recitazione. La naturale evoluzione del suo
talento lo avvicina sempre di più alla
musica. Giuseppe comincia a frequentare
gli ambienti e i protagonisti musicali più
importanti della sua città. Conosce
Stefania Patanè, nota musicista e
cantautrice catanese, con cui intraprende lo
studio del voicecraft, presso il centro studi
musicale etneo CESM, dove inizia anche lo
studio della chitarra. L’inizio del suo
percorso da cantante è segnato da artisti che abbracciano il genere della Bossa Nova – Vinicius de Moraes,
Jobim e Cesaria Evora – e da noti cantautori italiani quali Mario Venuti, Carmen Consoli, Ivan Segreto,
Fabrizio de Andrè, Luigi Tenco e Franco Battiato. Partecipa alla tappa catanese del Festivalbar come
corista del cantante Neffa. Lo stesso anno decide di formare una band dal nome Acoustic Preludio Band, con
la quale calca i palchi dei locali e dei pub più noti di Catania. La band si afferma sulla scena musicale catanese
riscuotendo fama e prestigio che sin da subito gli assicurano un grande seguito. La forza di tale progetto si
esprime nella voglia di sperimentazione e rielaborazione dei brani che la band interpreta nei propri concerti.
Grazie all’utilizzo di elementi acustici della propria terra e alla personale carica interpretativa, le cover arrivano
al pubblico in versioni completamente nuove e originali. L’accurata ricerca di suoni, le diverse contaminazioni e
la voglia di sperimentazione maturano in lui una linea ed un gusto del tutto personali, nonché la voglia di
scrivere e di presentare al pubblico canzoni proprie. Tale progetto si concretizza in uno studio di registrazione
grazie anche alla perfetta intesa musicale instaurata con alcuni elementi della band (Francesco Bazzano alla
batteria e percussioni e Alessandro Longo al violoncello); all’incisione del CD partecipano anche la cantautrice
jazz e bossa nova Gabriella Grasso – compositrice delle musiche insieme a E. Bassetta e A. Lo Certo –,
Claudio Bertuccio alla chitarra acustica, il maestro Marcello Lanza al sax soprano e al flauto traverso e
Adriano Murania al violino. L’intero gruppo conferisce ai brani un suono più acustico e mediterraneo.
Nel maggio del 2009 Giuseppe Cucè partecipa allo spettacolo interamente dedicato a Luigi Tenco, ideato e
portato in scena al Theatre Le Trianon di Parigi da Yvon Chateigner – interprete raffinato della musica
francese d’autore – insieme a Cristina Marocco e a Dorval.
Il 30 maggio dello stesso anno, al Centro Culture Contemporanee ZO di Catania, Giuseppe Cucè ripropone
al pubblico catanese, in una versione interamente riveduta, lo spettacolo di teatro-musica OLTRE LE NUVOLE
Luigi Tenco Tribute, insieme al fedele compagno Francesco Bazzano e ad artisti del calibro di Mario Venuti,
Carlo Muratori, Gabriella Grasso, Mario Incudine e Fabio Abate.
Il 26 ottobre 2009 pubblica l’album “La mela e il serpente” per Edina Music, in Francia. L’album è presentato
a novembre al pubblico francese attraverso uno showcase al Theatre du Petit Saint-Martin di Parigi.
Il 9 gennaio 2010 Giuseppe Cucè apre il concerto della grandissima Anny Gould al Theatre Le Trianon,
mentre l’11 gennaio partecipa con uno showcase unplugged alla trasmissione Plein Sud di Rfi (Radio France
International).

http://www.giuseppecuce.it/
www.myspace.com/giuseppecuce

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll