19/05/11

BRUNO DE FILIPPI: "His life in music"- un disco che celebra il grande compositore

È uscito il 17 maggio “His life in music”, un disco che celebra e ricorda Bruno De Filippi, uno dei più grandi compositori italiani riconosciuti nel mondo (etichetta e distribuzione Carosello Records).

“His life in music” è un omaggio che la figlia del grande maestro ha voluto realizzare ad un anno dalla morte di Bruno De Filippi. Un disco che contiene i suoi più grandi successi e due bonus track.

“Tintarella di luna”, composta nel 1959 su testo di Franco Migliacci, la canzone diventò presto un successo internazionale: nell’album è proposta nella versione originale, cantata da Roby Matano. “L’aureola” è una canzone composta nel 1964: le divertenti parole scritte da Mogol sono cantate da Bruno stesso a ritmo di twist. “El purtava i scarp de tennis” è un famoso successo di Enzo Jannacci: in questo disco è inserita una versione meno nota, cantata da Bruno e contenente un divertente dialogo in dialetto milanese tra Bruno e Pino Sacchetti.

E poi le due bonus track: “Accendi una luna nel cielo” è un breve brano ricco di sentimento che proviene dalla miglior scuola brasiliana dell’indimenticabile Vinicius de Moraes. Le toccanti parole sono di Sergio Bardotti; “It ain’t necessarily so” è un’ interpretazione dal vivo di Bruno accompagnato dalla Jazz Class Orchestra durante uno spettacolo estivo nel 1988.



Questa la tracklist del disco “His life in music”:



1. Soft Drink

2. Tintarella di Luna

3. L’aureola

4. El purtava i scarp de tennis

5. Ma l’amore no

6. Botta e risposta

7. Mimi

8. Lilly à Paris

9. Tintarella di Luna (versione jazz)

10. Aria

11. As long as there’s music (finché c’è musica)

Bonus track:

12. Accendi una luna nel cielo

13. It ain’t necessarily so



Bruno De Filippi, artista milanese che ha contribuito all’effervescenza della scena musicale nella sua città, prima nel campo musica leggera (ha collaborato con Mina, Adriano Celentano, Johnny Dorelli, Ornella Vanoni, Enzo Jannacci, Gino Paoli Modugno), poi dedicandosi completamente al jazz con risultati entusiasmanti che lo hanno fatto conoscere e ammirare in tutto il mondo (suonando, tra gli altri, con Barney Kessel, Toots Thielemans, Astor Piazzolla, Les Paul, Chet Baker, Lionel Hampton, Lee Konitz, Renato Sellani).

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll