20/02/12

PIJI: Premio San Valentino d'oro e serata-omaggio a Natalino Otto con Raphael Gualazzi e Dado Moroni

Si aggiunge un altro premio, il quattordicesimo, al palmarès dell’emergente Piji. Si tratta del Premio Internazionale San Valentino d’Oro che, giunto alla sua 43esima edizione, viene assegnato a quelle persone che con il proprio impegno sociale o lavorativo hanno trasmesso un importante messaggio d’amore. Nel pomeriggio di sabato 25 febbraio si svolgerà a Terni la premiazione ufficiale del poliedrico “canta(u)ttore” romano che mischia jazz, pop e canzone d’autore con impegno, passione e ironia in performance teatrali uniche nel loro genere e che ha all’attivo più di 400 concerti, due EP (Lentopede e Prove di Metamorfosi), due partecipazioni alla Rassegna Tenco, un saggio intitolato La canzone jazzata e diverse trasmissioni radiofoniche in qualità di conduttore.

Mercoledì 22 febbraio, invece, Piji renderà omaggio ad un grande interprete della canzone swing italiana, Natalino Otto. Presso la Sala Trionfo del Teatro della Tosse, a Genova, in occasione del centenario della nascita dell’indimenticato cantante, Piji si esibirà nella serata Otto per Otto, insieme ad una rosa di artisti composta da Roberta Alloisio, Andrea Ceccon, Compagnia Teatro Nudo, Giulia Ottonello, Valeria Bruzzone, Enrico Testa e con la speciale partecipazione di Raphael Gualazzi e Dado Moroni. L’evento sarà condotto da Pietro Fabbri e accompagnato musicalmente dalla OttoxOtto Band (Fabio Vernizzi, pianoforte; Federico Lagomarsino, batteria; Riccardo Barbera, contrabbasso; Claudio Capurro sax). Un doveroso omaggio al “Re del ritmo”, per Piji simbolo di modernità, verità, rigore artistico, internazionalizzazione e perfino “glocalizzazione” della nostra musica. Non a caso una delle canzoni più importanti di Piji, L’Ottovolante, è un personalissimo tributo al celebre cantante, nel ricordo di quel viaggio ritmato nel futuro che spazzava via i tradizionalismi zuccherosi da una parte e le resistenze del fascismo dall'altra: la "swing craze" che arrivava anche in Italia soprattutto grazie a Natalino, e che oggi è ancora incredibilmente viva.

www.piji.it

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll