17/05/12

Cresce il sistema musicale pugliese: presentato il monitoraggio PUGLIA SOUND realizzato dall’Università della Svizzera Italiana

Il sistema musicale pugliese è in continua crescita. I dati del monitoraggio PUGLIA SOUNDS realizzato dall’Istituto Media&Giornalismo dell’Università della Svizzera Italiana (coordinato da Giuseppe Richeri, Daniele Doglio e Marco Meneguzzo) indicano una crescita del 24% nel numero di imprese del settore musicale, un aumento del 68% del numero di giornate lavorative, un’impennata del 34% della spesa del pubblico pagante e stime sul ritorno per ogni euro investito da Puglia Sounds sul Medimex del 5,6 per un impatto economico di 2,24 milioni di euro.



I risultati della ricerca dimostrano che il settore musicale della regione manifesta caratteristiche positive sotto il profilo strutturale (numero e tipo di imprese, articolazione territoriale, presidio della filiera), fungendo da importante veicolo di sviluppo economico diretto (dinamiche di crescita) e strumento indiretto di valorizzazione dell’attrattività del territorio in relazione ai flussi di consumo turistico-culturale.



Il monitoraggio PUGLIA SOUNDS realizzato dall’Istituto Media&Giornalismo dell’Università della Svizzera Italiana e coordinato da Giuseppe Richeri, Daniele Doglio e Marco Meneguzzo è stato presentato ieri nel corso di una conferenza stampa a Bari.



Un estratto del Monitoraggio Puglia Sounds: Il valore economico complessivo (produzione e consumo) raggiunto dal settore musicale in Puglia nel 2010 si aggira intorno ai €120-130 milioni con un lieve incremento percentuale sul 2009. Il numero di soggetti di impresa attivi nel settore musicale registra un significativo incremento del 24% rispetto alla precedente indagine del 2004 condotta dal Teatro Pubblico Pugliese (Vivo di Spettacolo) attestandosi intorno alle 800 unità.

Le giornate di lavoro relative a eventi (concerti dal vivo, festival, fiere e sagre) e situazioni musicali (locali da ballo, discoteche, club, sale concerti) nel triennio 2008-2010 segnano una crescita costante con un incremento che è addirittura del 45% nel 2010 rispetto al 2009 e del 68% rispetto al 2008.

Particolarmente vivace nella Puglia è il settore dell’attività concertistica dove per il triennio 2008-2010 i dati evidenziano una forte crescita di tutti gli indicatori: numero di spettacoli, ingressi, spesa al botteghino, spesa del pubblico, volume affari. Un trend confermato nel primo semestre 2011, almeno per quanto riguarda l’indicatore “spesa del pubblico” che risulta in crescita del 34% sul primo semestre 2010.

Un dato significativo è quello dell’impatto economico diretto e indiretto sulla valorizzazione della potenzialità di attrazione di un territorio, dove a parità di costo l’offerta culturale e di spettacolo può fare la differenza nell’orientare i flussi di consumo turistico. Utilizzando uno specifico modello di calcolo si è potuto stimare per il MEDIMEX un ritorno dell'investimento pubblico per ogni euro investito da Puglia Sounds pari a 5,6 per un ritorno totale sul territorio di circa 2,24 milioni di euro. La prima edizione del MEDIMEX, Mediterranean Music Expo si è svolta a Bari dal 24 al 27 novembre 2011 e ha ospitato 1300 operatori musicali provenienti da 21 paesi e si è sviluppata in 8000 mq di spazio espositivo, 150 stand, 4 sale convegni e 4 palcoscenici dedicati alla musica del vivo.



www.pugliasounds.it

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll