24/01/14

ZERO ASSOLUTO : da oggi in radio e in digital download il nuovo singolo ”All’improvviso”

A due anni e mezzo dalla pubblicazione del loro quarto album, Perdermi, Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci tornano a farsi sentire con un nuovo singolo: All’improvviso, ballad in puro stile Zero Assoluto che conferma ancora una volta la straordinaria capacità del duo romano di saper creare atmosfere speciali, avvolgenti, ipnotiche.
Scritta assieme a Ermal Meta - ex leader dei disciolti La fame di Camilla e di recente autore per Marco Mengoni e Chiara - suonata e prodotta con i collaboratori di sempre Danilo Pao ed Enrico Sognato, All’improvviso è una canzone ricca di emozioni e suggestioni che conquistano per immediatezza, tensione emotiva, profondità.
Più maturi, intensi e raffinati, Matteo e Thomas da venerdì iniziano un cammino nuovo e importante che passo dopo passo li porterà a offrire al pubblico conferme e sorprese di ogni tipo. Sotto tutti i punti di vista.
Preceduti nelle ultime settimane da due particolarissimi filmati che su tutti i social network annunciavano l’imminente uscita del singolo - entrambi firmati dal regista capitolino Cosimo Alemà (autore di due film come At The End of The Day - Un giorno senza fine e La Santa, e di centinaia di video per artisti come Subsonica, Ligabue, Fabri Fibra, Gianna Nannini, Afterhours, Tiziano Ferro etc.) – gli ZERO ASSOLUTO sono tornati. E anche stavolta lasceranno il segno.
Si comincia il 24 gennaio, in radio, con il nuovo singolo All’improvviso, in vendita dallo stesso giorno anche su iTunes.
Aprite le orecchie. All’improvviso tutto può succedere.
www.zeroassoluto.it

TESTO ALL'IMPROVVISO - ZERO ASSOLUTO

All’improvviso le scale
che portano indietro
non sono più basse di quelle che vedi
non c’è una ragione
per fare rumore
sperando di andarcene in punta di piedi
di cosa son fatte
le nostre paure
di grandi incertezze
di grandi segreti
e luci nel cielo
e vecchie soffitte
di compiti in classe
di giorni migliori..
All’improvviso gli accenti cadono,
finisce il caffè
le tende che filtrano vita,
un’ombra sul viso, un grido di guerra
tifiamo da sempre la stessa partita
un filo ci unisce
il fiato si spezza
non basta una mano
uno schiocco di dita
ma dimmelo adesso
se è giusto o sbagliato
qui non c’è nessuno che dice “è finita”
Non dimenticherò
forse mi mancherai
sai che a volte un addio è solo un ciao
Mi preparo così
a chiederti come stai
con un filo di voce ti dico ciao
Scrivo seguendo le righe
un foglio di carta ed un nuovo vestito
ancora in ritardo
la musica in cuffia
si mischia nel freddo di questa mattina
un piede è un passo
diventa poi viaggio
il tempo che sputa minuti all’indietro
il cuore somiglia ad un mappamondo
che gira da fermo
Non dimenticherò
forse mi mancherai
sai che a volte un addio è solo un ciao
Mi preparo così
a chiederti come stai
con un filo di voce ti dico ciao
ma il mio fiato si rompe, amore, ciao
All’improvviso sei sveglio
si accende la luce
rimane il ricordo di scene confuse
e quel che era ieri
con tutti i pensieri
se ne è andato via..
Non dimenticherò..
sai che a volte un addio è solo un ciao
mi preparo così
a chiederti come stai
con un filo di voce ti dico ciao
ma la voce tradisce, amore, ciao..

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll