12/02/14

San Valentino all'Enoteca Bibendum by BALADIN MILANO

L’enoteca Bibendum (Via Ristori 2, angolo via Castel Morrone - per info e prenotazioni: Dario, 348 5230662) in occasione di San Valentinoha organizzato per i suoi ospiti una serata musicale a lume di candela. Ad accompagnare i due percorsi gastronomici disponibili (uno di terra e uno di mare), oltre ai vini delle esclusive Cantine Terredora e alle birre vive Baladin, ci sarà un duo musicale da Sviolinate, un gruppo di musicisti professionisti che ha deciso di unire passione e forza per portare la musica in location inaspettate. Ed in chiusura di serata, l’edizione speciale di San Valentino della mousse al cioccolato del maestro pasticcereErnst Knam.
 
Per chi è invece alla ricerca di un ambiente più informale e accogliente, dove poter gustare in compagnia le birre Baladin alla spinao in bottiglia, anche Baladin Milano (via Solferino, 56 - angolo Bastioni di Porta Nuova – per info e prenotazioni: 02 659 7758 – baladin.milano@gmail.com) resterà aperto per la serata di San Valentino. Qui sarà possibile gustare i piatti forti della cucina Baladin,aperta tutti i giorni dalle 12.00 fino alle 2.00 del mattino no-stop, come l’ Ossburger (panino con ossobuco, midollo e zafferano) e le “fatate”, chips di patate aromatizzate con gusti originalissimi (dalla liquirizia all’aglio e pecorino, passando per la paprika dolce o quant’altro). Senza dimenticare la birra ospite di questo mese, la “BIRRA DEL LUPO” alla spina del Birrificio Scarampola.
 
Baladin, birrificio storico e punto di riferimento nel mondo della birra artigianale italiana fondato da Teo Musso, è arrivato lo scorso settembre anche nel capoluogo lombardo, portando con sé tutto il suo mondo e il suo stile “Baladiniano” di interpretare il gusto, fatto di birra ma non solo.
 
Gli ambienti del locale di via Solferino 56 sono stati “Baladinizzati”. Grazie alla collaborazione di Teo con Marina Obradovic e del suo staff creativo, il locale milanese possiede per intero “l’anima Baladin”: un bel locale dove stare insieme davanti a una buona birra. Filo conduttore dei decori è quello delle atmosfere a cavallo degli anni Venti e Trenta, gli anni del pieno proibizionismo, quando erano banditi fabbricazione, vendita, importazione e trasporto di alcool, con influenze d’arte russa.
 
.
Follow on Twitter @baladinmilano, #BaladinMilano
Il locale ha una rete wi-fi ed è dog-friendly

Nessun commento:

Posta un commento

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post.
Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata

Related Posts with Thumbnails
 

Blogroll